Search
Close this search box.
Search
Close this search box.

Mindful Capital unisce Selematic e Miele: nasce un big del packaging – Il Sole 24

MILANO

A due anni e mezzo dall’ingresso del fondo Mindful Capital Partners, il gruppo Selematic, big nelle soluzioni di packaging secondario e fine linea nel settore pasta e altri alimenti, con sede ad Eboli (in provincia di Salerno), ha acquisito il 100% di Miele, marchio storico dei macchinari di packaging primario principalmente per i mercati alimentari e chimico. Nasce così un operatore di riferimento del settore delle linee per il packaging alimentare.

Le due aziende, che condividono simili storie imprenditoriali, si integrano perfettamente lungo la catena del valore del packaging, con soluzioni complete dal confezionamento del prodotto fino alla palletizzazione in un ampio spettro di settori, tra cui pasta, cereali e derivati, legumi, snack, frutta secca, caffè, surgelati, pet food.

Il nuovo gruppo raggiunge una dimensione di quasi 30 milioni di fatturato (di cui oltre il 50% all’estero) per un Ebitda di oltre 6 milioni, consolidando la leadership nel mercato interno e rafforzando la vocazione internazionale in Europa, Middle East , America Latina e Nord America. Il piano di integrazione, guidato direttamente dal presidente esecutivo Roberto Bonini, si focalizzerà sul potenziamento dei due siti produttivi di Eboli e Foiano della Chiana (in provincia di Arezzo) e sull’ottimizzazione delle sinergie commerciali, tecniche ed industriali.

Le due società puntano ad aumentare l’esposizione verso settori attualmente poco presidiati, grazie soprattutto a strategie di crescita combinate sul mercato nazionale ed internazionale.

«Nasce un player di riferimento nel settore del packaging alimentare, che può puntare ad una marcata crescita nei prossimi anni» spiega Lorenzo Stanca, managing partner di Mindful Capital Partners.

I fratelli Antonio e Giuseppe Miele, che hanno guidato Miele fino ad oggi, resteranno in azienda per un periodo di tempo, assicurando continuità e garantendo il proprio supporto al presidente Roberto Bonini e all’Ad di Selematic Annamaria Amabile nel periodo di transizione.

Selematic, fondata a Eboli alla fine degli anni 70 da Vito Amabile e Angelo Carimando, ha come amministratore delegato Annamaria Amabile, figlia di Vito. L’azienda è un operatore di riferimento nel mondo del packaging secondario a livello mondiale per l’industra pastaria. La famiglia Amabile detiene ancora una quota importante del capitale della società, mentre la quota di controllo è detenuta dal fondo Mindful Capital Partners III. Ad assistere Selematic nell’acquisizione è stata Ethica, mentre Mindful è stata assistita da Blf Studio Legale di Bologna. La due diligence finanziaria è stata condotta da Accuracy,

© RIPRODUZIONE RISERVATA